Per aspera ad astra

Bella da commuovere, con quel synth dritto dritto da Gary Numan circa 1979, o giù di lì. Cercare di non sentirla troppe volte di seguito e di non cantarla a squarciagola come un povero fesso. Il resto del disco non è da meno.